5×1000

Condividi:

E’ con grande piacere che comunichiamo a tutti i nostri sostenitori che è possibile da subito contribuire alla crescita della nostra Associazione attraverso la donazione del 5×1000.

Donare è semplice, sarà sufficiente compilare il modulo allegato alla dichiarazione dei redditi, indicando il codice fiscale della nostra Associazione (97682340589).

E’ possibile assegnare il 5×1000 anche se non si è tenuti a e effettuare la dichiarazione dei redditi. In questo caso si compila il modulo allegato al CUD consegnandolo poi ad un patronato o a un commercialista o gratuitamente in un ufficio postale.

Orti Urbani Sociali Tor Carbone Onlus ringrazia di cuore per il vostro sostegno!

Orti Urbani – ONLUS

Condividi:

Siamo lieti di comunicare che il 9 Maggio 2019 l’Agenzia delle Entrate ha provveduto all’iscrizione dell’Associazione Orti Urbani Sociali Tor Carbone all’anagrafe delle ONLUS presso la DR del Lazio.

Iscrizione anagrafe ONLUS

Nostro compito sarà quello di continuare a mantenere fede agli impegni statutari attraverso il lavoro dei volontari del direttivo e di tutti gli assegnatari degli orti.
In tal modo sarà possibile presentare nel 2020 la richiesta per accedere al 5×1000 e aiutare la nostra associazione a crescere attraverso il sostegno dei contribuenti.

Puoi leggere il nostro statuto e visionare questo documento in area download.

Frutteto per il quartiere

Condividi:

L’Associazione Orti Urbani Tor Carbone aderisce a questo progetto in partenariato con Zappata Romana e Eataly per ricevere uno o più alberi da frutto rari e diventarne custodi!

Il 16 aprile 2019 sarà inaugurato “Frutteto per il Quartiere”, un frutteto temporaneo in una zona dedicata del parcheggio antistante Eataly Roma. Il frutteto sarà costituito da 35 alberi, rari o dimenticati, prevalentemente da frutta che saranno ospitati fino agli inizi dell’autunno, quando saranno donati a scuole e a comunità di cittadini che si prendono cura degli spazi pubblici.

Il parcheggio si trasformerà in un luogo di cultura, sostenibilità e benessere a cielo aperto. Questo è un primo passo simbolico da parte di Eataly per una accresciuta attenzione alle comunità locali attive del territorio.


Eataly
Eataly

Il progetto “Frutteto per il Quartiere” raffigura l’occupazione simbolica di posti auto in modalità green. Il progetto proseguirà rinnovandosi in ogni nuova stagione con nuovi alberi, nuovi sponsor e nuove comunità di beneficiari.  Dopo aver donato gli alberi, l’intenzione è quella di ripiantare altre specie rare, creando un nuovo ciclo di donazioni, in modo che il progetto non abbia mai fine. Eataly promuove il progetto facendosi carico delle spese grazie anche all’utilizzo di sponsor. Eataly con questo progetto dà impulso a rafforzare la sua attenzione alle realtà locali che la ospitano. Il progetto si affianca ad altri progetti virtuosi già avviati, come ad esempio “Bee the Future”, e a una politica tradizionalmente attenta e sensibile nella ricerca di produttori virtuosi e di produzioni gentili, nel rispetto per il prodotto e nell’impegno constante per la riduzione dell’impatto ambientale.

Ogni albero avrà con sé un’etichetta che indicherà il destinatario finale cui sarà donato. Le scuole e le comunità di cittadini beneficiari saranno preferibilmente del quartiere Ostiense e del Municipio Roma VIII su cui insiste lo Store romano di Eataly. Ogni comunità, una volta presi in custodia gli alberi, contribuirà a preservare un tassello di biodiversità creando un vero e proprio museo botanico diffuso per il quartiere Ostiense.

Zappata Romana
Zappata Romana

Zappata Romana è stata incaricata in questo progetto di realizzare l’allestimento, scegliere gli alberi da frutto e proporre i potenziali beneficiari delle donazioni.

Ecco l’elenco degli alberi da frutto: cotogno, kaki, azzeruolo, susino coscia di monaca, fico brogiotto nero, pioppo cipressino, amareno, melograno a cespuglio, corniolo a cespuglio, corbezzolo a cespuglio e sambuco.

Il Municipio VIII incontra gli ortisti

Condividi:

Il presidente Ciaccheri e l’assessore all’ambiente Centorrino incontrano le realtà del Municipio VIII

Giovedì 19 luglio 2018 cinque  dei sette Orti Urbani del Municipio VIII erano presenti con i propri rappresentanti (mancavano solo Hortus Urbis – impegnato nel focus group su piazza dei Navigatori –  e Orti Teodorico) all’incontro con il Presidente del Municipio e l’Assessore all’ambiente.

 

 

Presidente e Assessore si sono mostrati estremamente disponibili ad attivare da subito un percorso di ascolto e intervento al fine, non solo di migliorare la situazione degli orti in essere, ma anche di garantire lo sviluppo di questi progetti attraverso l’eventuale sostegno a nuovi orti urbani.
È emerso, come primo dato significativo, che nei nostri territori circa un metro quadrato ogni 10 di verde di quartiere è gestito, curato e protetto da orti urbani (vedi allegato).
Gli interventi dei vari ortisti presenti sono stati tutti molto “alti” e hanno riguardato le questioni di fondo: assegnazione delle aree, miglioramento dell’agibilità e più in generale il riconoscimento del grande lavoro di rigenerazione urbana realizzato con gli orti in città.
Con riferimento alla Delibera nata dal confronto interno alla rete degli orti di Roma si è evidenziata la capacità, da parte di queste esperienze, di attivare percorsi partecipativi veri, basati su percorsi reali e su esigenze concrete.
Questo è stato il primo di una serie di incontri che si prevede avranno luogo fra rappresentanti istituzionali e il Coordinamento degli Orti Municipio VIII.
L’obiettivo, di breve periodo, è agire in sinergia con le istituzioni garantendo a tutti gli orti del municipio il riconoscimento del proprio impegno, anche attraverso atti formali emessi dal consiglio municipale ai sensi della delibera 38/2015.
L’obiettivo a medio termine è esportare queste buone pratiche in altri Municipi della città.
Luigi di Paola Consigliere dell’8 Municipio Coordinatore della rete Ortincomune.

Scheda Orti VIII